top of page

GIULIO COCCHI

Giulio Cocchi era un giovane e creativo pasticciere di Firenze che a fine Ottocento si trasferì ad Asti. Creò ricette originali per il Barolo Chinato, l’Aperitivo Americano e diversi tipi Vermouth, ottenendo successo e fama in breve tempo. L’idea di Giulio Cocchi, eccezionale per l’epoca, fu di aprire rivendite autorizzate dove degustare questi prodotti. Quello di Cocchi era un brand molto conosciuto durante la Belle Epoque e sull’eclettica scena del periodo futurista. Il nome e i prodotti Cocchi divennero presto celebri in tutto il mondo come dimostrano i documenti delle esportazioni: da New York a Londra, da Sydney all’Africa e al Venezuela. Cocchi ripose molte attenzioni negli spumanti brut di qualità da monovitigno, prodotti con il metodo italiano fin dagli anni Ottanta come il CocchiBrut e, più recentemente, l’impegno per la creazione e valorizzazione della DOCG Altalanga, di cui Cocchi è tuttora uno dei paladini più impegnati. Dal fondatore Giulio Cocchi, la casa vinicola, ha ereditato anche un’inesauribile vivacità e una ricerca qualitativa che la porta ad essere conosciuta e apprezzata in cinque continenti. Tutti i prodotti Cocchi sono a base di vino e le ricette sono quelle di una volta, codificate sulla base dalle intuizioni dello stesso Giulio Cocchi. Ciò che definisce lo stile Cocchi è quindi eleganza e autenticità la qualità del vino e degli ingredienti, l’esperienza tecnica centenaria, una passione e una creatività che non sono mai venute meno negli anni. Dal 2012 la Giulio Cocchi è stata iscritta nel Registro nazionale delle Imprese Storiche d’Italia per i suoi primi 130 anni di attività ininterrotta.

bottom of page